Ti vogliamo sempre tanto bene Stefano Rodotà

Il 23 giugno 2017, cinque anni fa, moriva Stefano Rodotà, uno dei più importanti giuristi italiani del Novecento.

Tra i suoi impegni più importanti, la tutela dei diritti fondamentali e della privacy. Rodotà è stato il primo Garante per la protezione dei dati personali, carica istituita nel 1996 e da lui ricoperta dal 1997 al 2005.
Negli anni ha anche promosso il diritto a Internet. Una sua proposta, presentata all’Internet Governance Forum, sosteneva: «Tutti hanno eguale diritto di accedere a Internet, in condizione di parità, con modalità adeguate e che rimuovano ogni ostacolo economico e sociale».

Contemporaneo e precursore di un dibattito che va sempre più intensificandosi, Rodotà ha rivolto le sue riflessioni alla riservatezza in tempi di algoritmi, big data e social network, e delineato l’orientamento teorico alla base dei protocolli di protezione dei dati dei cittadini.

Alcune delle sue osservazioni sono raccolte in “Riservatezza”, un volume edito Treccani Libri che trovate a questo link: bit.ly/RodotàEmporium

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: