Il ringraziamento

Come molte feste cristiane, il Ringraziamento ha antecedenti precristiani. I rituali di ringraziamento erano già conosciuti nell’impero romano, nell’antica Grecia e in Israele. I cristiani adottarono l’usanza e la integrarono nella fede cristiana: di regola, la prima domenica di ottobre, l’uomo ringrazia Dio per i suoi doni.

L’uomo è ancora responsabile della creazione e deve trattarla con cura – questa è un’altra idea centrale della festa del raccolto. La festa può essere un’occasione per riflettere sulla dipendenza dell’uomo dalla natura e per essere grato a Dio per ciò che riceve da lui.

Le usanze della festa del raccolto variano molto da regione a regione.

La fine del raccolto è sempre stata celebrata in modo festoso. La prima “festa del raccolto” è già registrata nel primo libro della Bibbia: I fratelli Caino e Abele offrono a Dio il prodotto delle loro rispettive fatiche: Caino offre dei frutti, suo fratello come pastore un animale del suo gregge (cfr. Genesi 4).

Nel giudaismo ci sono poi due feste del raccolto: Shavuot, la festa della settimana, all’inizio del raccolto, e Sukkot, la festa delle tende, in autunno alla fine del raccolto (Esodo 23,16).

Lo sfondo cristiano poi è fondamentalmente questo:

Da un lato, l’uomo come parte della creazione di Dio ricondurrà sempre a Dio il suo nutrimento dall’agricoltura e dall’allevamento.

D’altra parte, egli comprende se stesso come dipendente dalla natura e deve sempre ringraziare per l’abbondanza del raccolto.

Data della festa del raccolto

Per molto tempo, non c’è stata una data fissa per la festa del raccolto, poiché il raccolto viene portato in tempi diversi a seconda della zona climatica.

Nell’area delle chiese protestanti viene raccomandata alle comunità come data per il Ringraziamento la prima domenica di ottobre.

Quasi ovunque c’è una decorazione di ringraziamento del raccolto nelle chiese come “ringraziamento per il frutto della terra e del lavoro umano” con frutta e verdura, così come pane o altri dolci. Il culto solenne di questo giorno rende grazie in modo speciale per “il pane quotidiano” ed esprime il legame dell’uomo, della donna, con la natura.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: