Liberi fino alla fine

+++ L’Associazione Luca Coscioni comunica di essere entrata in possesso e aver consegnato a Mario l’apparecchiatura e il farmaco ordinati da “Mario”, la prima persona che può legalmente scegliere il suicidio medicalmente assistito in Italia.

Proprio nei giorni scorsi l’associazione aveva promosso una raccolta fondi per aiutare il 44enne marchigiano nel reperimento della strumentazione, del costo di circa 5000 euro, raccolti grazie a una straordinaria mobilitazione in poche ore.

“Mario” ha dichiarato: “grazie a tutti per avere coperto le spese del “mio” aggeggio, che poi lascerò a disposizione dell’Associazione Luca Coscioni per chi ne avrà bisogno dopo di me. Continuate a sostenere questa lotta per essere liberi di scegliere”.

In assenza di una legge, infatti, lo Stato italiano non si è fatto carico dei costi dell’assistenza al suicidio assistito e dell’ erogazione del farmaco, nonostante la tecnica sia consentita dalla Corte Costituzionale con la sentenza Cappato/Dj Fabo. +++

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: