Cara Anna

93 anni fa nasceva Anna Frank, esattamente il 12 giugno del 1929.

Il 12 giugno è una data che ricorre nella sua vita, è anche quella dove ricevette in regalo per il suo 13° compleanno il diario dove diede un’importante testimonianza scritta della Seconda Guerra Mondiale e in particolare dell’Olocausto.
Ecco quello che scrisse in quell’occasione: “Venerdì 12 giugno ero già sveglia alle sei: si capisce, era il mio compleanno! Ma alle sei non mi era consentito d’alzarmi, e così dovetti frenare la mia curiosità fino alle sei e tre quarti. Allora non potei più tenermi e andai in camera da pranzo, dove Moortje, il gatto, mi diede il benvenuto strusciandomi addosso la testolina. Subito dopo le sette andai da papà e mamma e poi nel salotto per spacchettare i miei regalucci. Il primo che mi apparve fosti tu, forse uno dei più belli fra i miei doni. Poi un mazzo di rose, una piantina, due rami di peonie: ecco i figli di Flora che stavano sulla mia tavola quella mattina; altri ancora ne giunsero durante il giorno. Da papà e mamma ebbi una quantità di cose, e anche i nostri numerosi conoscenti mi hanno veramente viziata. Fra l’altro ricevetti un gioco di società, molte ghiottonerie, cioccolata, un puzzle, una spilla, le Saghe e leggende olandesi di Joseph Cohen, le Vacanze in montagna di Daisy, un libro straordinario, e un po’ di denaro, così che mi potrò comprare i Miti di Grecia e di Roma. Che bellezza!”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: