Scheitzer a capo della migliore rivoluzione cristiana

SPIRITUALITÀ COME ENERGIA ESISTENZIALE GENERATA DA ETICA ED ESTETICA

#Albert Schweitzer è una delle più belle manifestazioni della forza che scaturisce in un essere umano quando la sua mente si innamora del bene. Viviamo in un tempo di grande sfiducia verso noi stessi, è il risultato di un secolo come il Novecento che con la sua arte, la sua letteratura, la sua filosofia, la sua storia, la sua politica, ha prodotto una decostruzione progressiva di quella sintesi delicata tra uomo e natura che si chiama umanesimo. Ciò che caratterizza il postmoderno è piuttosto l’antiumanesimo, ovvero quella impostazione di pensiero secondo cui il primato ontologico e valoriale non spetta alla mente umana, bensì a qualcos’altro:

– alla natura, e in questo caso abbiamo un antiumanesimo naturalistico;

– alla tecnica, e in questo caso abbiamo un antiumanesimo tecnologico;

– a Dio, e in questo caso abbiamo un antiumanesimo religioso.

Schweitzer di contro ha creduto nell’essere umano, nella forza del suo pensiero e nella sua volontà etica, convinto che l’unico modo di dare un significato alla nostra esistenza sia di innalzare il rapporto naturale con il mondo a un rapporto spirituale. Il che avviene, per lui, quando la mente si innamora dell’etica in quanto rispetto per la vita, e io aggiungo quando si innamora dell’estetica in quanto celebrazione della bellezza, nella convinzione che etica ed estetica sono organicamente collegate. È da questa connessione ideale tra bene e bellezza, tra etica ed estetica, indimostrabile in base alla ragione calcolante ma sperimentabile in base all’esperienza concreta, che nasce la spiritualità in quanto energia esistenziale che non deriva dalla mera conoscenza ma dalla volontà di vita. Quando questa volontà di vita si estende dal proprio ego (ma senza abbandonarlo) a tutti i viventi, animali e piante compresi, uccellini e ippopotami compresi, essa cambia nome e si chiama amore. Di questo era innamorata la mente di Albert Schweitzer»

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: