Preghiera protestante

«Nella Riforma protestante la preghiera è essenzialmente ricerca di ciò che Dio ha promesso e che il credente spera. È libera e grata reazione, in forma di richiesta, al dono di Dio. Dio dona concretamente e i suoi figli, concretamente, chiedono. Chiedono nella conoscenza di Dio stesso, che si rivela nella parola scritta e incarnata. Chiedono nel riconoscimento della propria natura corrotta, che ha assoluta necessità di grazia e perdono. 
Chiedono nella riconoscenza per ogni bene conosciuto e ricevuto, nella responsabilità e condivisione fraterna dell’intercessione, nella liberante consapevolezza dell’esigenza di essere guidati, illuminati, consolati, aiutati, sostenuti, benedetti e resi vittoriosi nel corso della propria vita terrena per godere della gioia in Dio in quella futura».

Emanuele Fiume

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: