Orlando, suicida a diciotto anni: “Insultato e deriso perché gay”

Orlando, suicida a diciotto anni: “Insultato e deriso perché gay”

Torino, indaga la Procura. Gli amici: bullizzato, diceva di avere paura    

Orlando Merenda aveva compiuto 18 anni da poco più di un mese. E, come tutti a quell’età, aveva dei sogni. Ma altrettanti dubbi, insicurezze, timori. «Fragilità», è il termine utilizzato generalmente dagli educatori per riassumere quel periodo complesso che è l’adolescenza, in cui si cerca il proprio posto nel mondo e talvolta ci si sente respinti. Orlando, domenica scorsa, si è tolto la vita.

NON VOTIAMO PD PER MILLE RAGIONI MA LA LEGGE CONTRO L’OMOTRANSFOBIA E’ ASSOLUTAMENTE NECESSARIA PER UN PAESE CIVILE, DISANCORATO DAGLI ABUSI SU MINORI DELLA CHIESA CATTOLICA NON SOLO IN ITALIA. TUTTI PROVATI.