Quaccheri contro la povertà nella cattolica Irlanda

Potrebbe essere un'immagine in bianco e nero raffigurante cibo e natura

CARITÀ QUAKER IN LETTERAFRACK (1849)

Quando Lewis ha compilato la sua regia di villaggi d’Irlanda nel 1837, Letterfrack non è apparso affatto. Stranamente, il villaggio è nato solo a causa della carestia. Nel 1848, un quacchero di nome Forster visitò Connemara, scrivendo una serie di lettere in Inghilterra in cui descriveva l’orribile povertà e il numero di vittime a cui ha assistito e la totale mancanza di azioni governative. William e Mary Ellis, ricchi produttori di tessili e compagni quaccheri, sono stati abbastanza mossi da lasciare la loro vita confortevole in Inghilterra e hanno comprato 2,000 ettari di terreno a Letterfrack. Hanno steso il villaggio, hanno aperto una scuola non settaria (insolito al momento in cui gli aiuti di solito si riferivano alla lettura delle scritture protestanti), un dispensario e una sala della temperanza. La paga era buona e il lavoro abbondante. Il numero dei morti nell’area ha cominciato a rallentare lentamente a causa dell’effetto che ha avuto la coppia. Hanno trascorso appena nove anni a Letterfrack, tornando in Inghilterra per malattia. La loro eredità ha vissuto attraverso la sala che porta il suo nome nel villaggio, tuttavia, la prova che le buone azioni possono sopravvivere a chi le compie.