Un insegnamento di Nelson Mandela

′ La cella è un posto ideale per imparare a conoscere se stessi. Per cercare realisticamente e regolarmente il processo della propria mente e dei propri sentimenti.Nel giudicare i nostri progressi come individui tendiamo a concentrarci su fattori esterni come la propria posizione sociale, influenza e popolarità, ricchezza e standard di istruzione… ma i fattori interni possono essere ancora più determinanti nel valutare il proprio progresso come essere umano.Onestà, sincerità, semplicità, umiltà, pura generosità, assenza di vanità, disponibilità a servire gli altri, qualità a portata di ogni anima sono alla base della vita spirituale. Lo sviluppo in questioni di questa natura è inconcepibile senza una grave introspezione.Senza conoscere te stesso, le tue debolezze e i tuoi errori, almeno se per nient’altro la cellula ti dà la possibilità di guardare quotidianamente in tutta la tua condotta, per superare il male e sviluppare tutto ciò che è buono in te.La meditazione regolare, dire circa 15 minuti al giorno prima di consegnarsi può essere molto proficua a questo proposito. Puoi trovare difficile all’inizio individuare i fattori negativi della tua mente, ma il decimo tentativo può generare ricche ricompense. Non dimenticare mai che un santo è un peccatore che continua a provare ′′- Nelson Mandela, da una lettera a Winnie Mandela dal carcere, pubblicata nell’ambito di ′′ Conversazioni con me stesso ′′ (2011). Buon consiglio per chi di noi è tenuto al momento a restare a casa.

Potrebbe essere un'immagine in bianco e nero raffigurante 1 persona