Libertà anche per Ahmed Santawy

La storia di Patrick Zaki si ripete. Il primo febbraio Ahmed Samir Santawy, ricercatore e studente di Antropologia presso l’Università centrale europea di Vienna, è stato arrestato in Egitto.Un nuovo caso, lo stesso pattern: Ahmed è stato interrogato a proposito dei suoi studi e su un post su Facebook contenente critiche sulla gestione dei diritti umani da parte delle autorità, ritenuto falso da Santawy.La strategia è chiara: da alcuni anni, migliaia di oppositori politici, o persone percepite come tali, vengono arrestate e trattenute per lunghi periodi di tempo in detenzione preventiva per consentire lo svolgimento di indagini su infondate accuse di terrorismo e su altre imputazioni.Da troppo tempo l’Egitto mette a tacere qualsiasi voce considerata contraria al governo. Ahmed è ora entrato nel girone infernale della detenzione preventiva, proprio come Patrick Zaki e tantissime altre persone.Queste ingiustizie devono finire subito

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona, barba, occhiali e il seguente testo "# আ LA STORIA DI PATRICK ZAKI SI RIPETE"