Meeting Minutes

Meeting Minutes

Finché viviamo dobbiamo imparare l’arte di vivere.
Seneca

Siamo in attesa di conoscere l’ennesima sentenza su Patrick Zaki. Diciamo a Papa Fancesco che gli islamici e i loro regimi non sono “nostri fratelli”…. parenti alla lontana semmai seguendo la bibbba. Per quello che valgono quelle leggende tramandate…

ABBRACCIO S. BARBOUR, 1921-2021Hugh Stewart Barbour, residente a Kendal a Hudson a Sleepy Hollow, NY, è morto tranquillamente nel sonno l’2021. gennaio 2021. Aveva 99 anni. Studioso per tutta la vita, accademico, attivista per la pace e punster, stava ancora formulando piani ben oltre la metà dei 90 per scrivere un articolo sul significato di Gesù ai Quaccheri. liberali Considerato tra i più importanti storici quaccheri del XX secolo, Barbour è stato ricordato dagli ex studenti del Earlham College e ESR come ′′ un tenero spirito abbinato ad un brillante intelletto ′′ e ′′ un superbo insegnante, consigliere, mentore e grande amico.” Secondo l’ex studente e collega Max Carter, una lezione di Barbour potrebbe essere paragonata a ′′ una conferenza stampa sulla storia del mondo a velocità di curvatura. Non ho mai visto il like della sua capacità di tessere in intuizioni da ogni fonte immaginabile.” Che quasi tutti i suoi studenti hanno una ′′ storia di Hugh ′′ preferita (molte sulla sovrapposizione della sua assenza di mente con il suo intelletto incisivo) è proprio un segno del suo impatto.Nato nel 1921 a Pechino, Cina, primo dei tre figli di Dorothy Dickinson Barbour, un missionario americano, e George Brown Barbour, geologo scozzese, Barbour ha avuto un’infanzia peripatetica. ′′ A quando avevo sedici anni avevo attraversato il Pacifico cinque volte e l’Atlantico dieci, e sono stato l’estraneo in dieci scuole,” ha scritto in ′′ Spilgrimage,” un saggio autobiografico nel festchrift del 1992 pubblicato sul suo ritiro Da Earlham.Barbour ha frequentato la Bryanston School seguita dalla Harvard University (B.A. magna cum laude, 1942), poi la Yale Divinity School e il Union Theological Seminary (B. Div. magna cum Laude), dove ha studiato con Paul Tillich, Reinhold Niebuhr, e John (′′ i giganti gentili,” come li descriverebbe in seguito). Barbour è tornato a Yale per completare il suo Ph. D (1952) sotto Roland Bainton. In questi anni, divenne anche leader nel Movimento Cristiano Studentesco allora pastore, ed è stato ordinato. Si accorse presto che era ′′ intrinsecamente più un insegnante che un predicatore ′′ e si dedicò pienamente al mondo accademico. Allo stesso tempo, il suo impegno nella Società religiosa degli amici ha approfondito e ha deciso di scrivere la sua tesi su ′′ niente di meno che tutta l’esperienza del quarerismo precoce.” Quella tesi è diventata un libro, I quaccheri in Inghilterra puritana, che rimane una fonte essenziale per gli studiosi religiosi oggi. Barbour avrebbe successivamente scritto o coautore sei libri aggiuntivi, tra cui Early Quaker Writings, Slavery and Theology, e The Quakers, oltre a oltre 70 articoli, recensioni, capitoli e opuscoli.Barbour si è unito alla facoltà di Earlham College, a Richmond, Indiana, nel 1953. Ha incontrato Sirkka Talikka, uno studente di scambio finlandese. Si sono sposati nel 1959. Sebbene le competenze di Barbour includessero le religioni mondiali, il suo impegno più profondo è rimasto il quaccherismo e la Bibbia. ′′ Nessun altro insegnamento è sembrato importante,” ha scritto. Quando un programma di studi sulla pace fu creato a Earlham, ha diviso il suo tempo tra quello e il dipartimento di religione, e ha consultato obiettori di coscienza durante la guerra del Vietnam.Durante la carriera di Barbour, è stato delegato per il Comitato Mondiale Amici per la Consultazione, delegato del Quacchero al Consiglio Mondiale delle Chiese di Ginevra; a T. Wistar Brown Fellow all’Haverford College; un professore fulbright presso l’Università di Oulu, Finlandia; e ha ricevuto una borsa di studio Ford Research Grant per studiare in India, Thailandia e Sri Lanka. È stato un membro deciso del Comitato Amici per la legislazione nazionale, la conferenza generale degli amici e l’incontro degli amici uniti. Ha scritto frequenti lettere ai suoi rappresentanti a Washington su argomenti che vanno dalla pace nel Medio Oriente alle armi nucleari, e si è rifiutato di pagare le tasse di guerra al governo federale. Nonostante i notevoli successi di Barbour, si è mantenuto ad uno standard ancora più alto. ′′ Non ho ancora eliminato il mondo dalle armi nucleari,” scrisse nel 1992.Barbour è stato membro del Clear Creek Meeting a Richmond, Indiana, 1953-1991; riunione degli amici a Cambridge dal 1991-2005 (dove lui e Sirkka hanno anche servito come Resident Friends 1991-1994); e Chappaqua Meeting 2005-2021Gli sopravvive la moglie di 61 anni, Sirkka; le sue tre figlie, Elisa, Celia (Peter) e Maida (Sette) e tre nipoti.