Purtroppo è stato così…

Prima un predicatore Battista poi un ex prete cattolico che nascondeva agli amici degli Amici il suo passato, hanno omesso per decenni di parlare di gay, di femministe, di disabili e rivendicavano il loro quaccherismo ignorando Barclays. Massimo teologo quacchero. Perfino si è ignorato la esistenza di un catechismo cristiano, mai tradotto in italiano. Due volontari trovati da me per la traduzione hanno fallito. Uno era a pagamento di tasca mia.

La ragione era il loro riferimento alla liberale Londra, dove puoi incontrare nei meeting tutto e il suo contrario. Atei, universalisti, altre fedi viventi…

Purtroppo gli italiani sono abituati a trovare la parrocchia cattolica dietro casa e se ne guardano bene di assumere impegni in prima persona.

La classica domanda che ogni volta mi viene posta è se esiste un gruppo nella propria città.

Purtroppo fra conservatorismo protestante e morale cattolica prima della ordinazione abbiamo perso la possibilità di essere capillari anche nei territori e ci presentiamo oggi solo come diaspora nel digitale in tempi di pandemia e fino a quando avrò il cervello integro da un probabile ictus invalidante.

Si è dato il meglio senza essere impegnati a scribacchiare sul silenzio. Abbiamo optato per i Meeting programmati. Per dire qualcosa di comprensibile e abbandonato la via UK.

Non ho privilegiato il profitto personale con la scrittura di libri da cui scaturiscono diritti d’autore come hanno fatto chi mi ha preceduto. Nella loro visione liberale era normale.

Io ho creato sei blog e una grossa città vi ha fatto visita. Del passato non esiste più nulla oggi esistono migliaia di pagine da leggere per le future generazioni.

La cosa importante è che al centro ci sia l’amore di Gesù. Per il resto perdonateci.

Non predichiamo, non scherniamo Mosè e.chiedo perdono per le nostre mancanze.