Meeting Minutes del 19-2-2021

Meeting Minutes del 19-2-2021

Quando si parla di sterminare, allora che sia il male dell’uomo, non l’uomo stesso.
Wtty Hillesum
*1942 Gli insegnanti norvegesi cominciano con successo lo sciopero nonviolento cxontro la nazificazione della scuola
*giornata mondiale per la giustizia sociale
*1942 muore a Torino Annie Vivanti, narratrice e poetessa

Dedicato a Patrick Zaki
“Il più grande segreto non è il più remoto degli uomini, bensì il più prossimo”
Dietrich Bonhoeffer

Appunti su cui riflettere

′′ I primi cristiani erano atei! Almeno, è così che alcune persone del tempo le vedevano nei primi secoli, e non è difficile capire perché. Cosa più importante, si rifiutarono di adorare gli dei tradizionali. Ma anche, giudicati da criteri di epoca romana, non sembravano nemmeno praticare una religione riconoscibile. Nei primi due secoli cruciali almeno, non avevano santuari o templi, né altari né immagini, né riti sacrificali né sacerdozio.′′ Concesso, i primi cristiani sono stati accusati di varie cose. C ‘ erano le affermazioni selvagge che i cristiani impegnati nel cannibalismo e nelle orge sessuali, affermazioni che circolavano principalmente tra la marmaglia. Critici più sofisticati, tuttavia, li ritraevano come profondamente sovversivi delle strutture sociali, religiose e politiche del mondo romano. Una delle altre etichette lanciate contro il cristianesimo era che si trattava di una superstitio, un termine latino che designava la cattiva religione, il tipo ritenuto stupido, anche pericoloso. Ma ′′ ateo ′′ era probabilmente l’accusa che rifletteva più direttamente la natura molto distintiva, anche fastidiosa, del cristianesimo nei primi secoli.′′ A differenza dell’enfasi odierna, tuttavia, nel mondo romano l’ateismo non era principalmente questione di credenze o di incredulità. Invece, ciò che contava allora come ′′ pietà ′′ o essere religiosi era principalmente la partecipazione al culto degli dei. In quel contesto, rifiutarsi di farlo era l’ateismo.”~ Larry Hurtado, dicembre 2016

Domani proseguiamo la sessione