Gli Stati Uniti proseguono con l’estradizione di Julian Assange mentre i gruppi per la libertà di stampa avvertono di un pericoloso precedente

11.02.2021 – Democracy Now!

Quest’articolo è disponibile anche in: Inglese

Gli Stati Uniti proseguono con l’estradizione di Julian Assange mentre i gruppi per la libertà di stampa avvertono di un pericoloso precedente
(Foto di Democracy Now)

Il Dipartimento di Stato ha dichiarato martedì che gli Stati Uniti continueranno a spingere per l’estradizione del fondatore di WikiLeaks Julian Assange dalla Gran Bretagna. Il mese scorso, un giudice britannico ha bloccato l’estradizione di Assange, citando gravi problemi di salute mentale. Assange è stato accusato di violazioni della legge sullo spionaggio relative alla pubblicazione di documenti classificati che espongono i crimini di guerra degli Stati Uniti. Rischia fino a 175 anni di prigione se portato negli Stati Uniti.

Lunedì, una coalizione di importanti gruppi internazionali per la libertà di stampa ha invitato l’amministrazione Biden a far cadere le accuse contro Assange. “Siamo profondamente preoccupati per il modo in cui un precedente creato perseguendo Assange potrebbe essere sfruttato – forse da una futura amministrazione – contro editori e giornalisti di ogni tipo”, hanno scritto.