Meeting Minutes del 18 dicembre 2021

Meeting Minutes del18 dicembre 2021

Si è tenuta al Cairo l’udienza sul rinnovo della custodia cautelare per Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’Università di Bologna in carcere in Egitto da quasi un anno con l’accusa di propaganda sovversiva su internet. Lo si è appreso nella capitale egiziana dove si precisa che – come la volta  precedente a dicembre – per ora non vi sono indicazioni sull’esito dell’udienza, ossia se  la carcerazione verrà rinnovata di altri 45 giorni o se verrà ordinato il rilascio .  All’udienza sul rinnovo della custodia cautelare di Patrick Zaki ha assistito, come ad altre precedenti,  un funzionario dell’ambasciata italiana al Cairo insieme ad altri diplomatici, oggi  delle ambasciate francese, olandese e canadese. Lo si è appreso al Cairo, dove Patrick è detenuto nel carcere di Tora.  I funzionari si sono recati al tribunale su iniziativa italiana, nell’ambito del  meccanismo di monitoraggio processuale dell’Unione Europea. Il caso Zaki è al momento l’unico attivamente monitorato da un gruppo di Paesi, e ciò sempre per iniziativa dell’ambasciata  italiana al Cairo, mentre il meccanismo di monitoraggio nel suo complesso  rimane momentaneamente sospeso a causa del Covid. I quattro diplomatici che hanno assistito all’udienza odierna hanno  potuto vedere Patrick Zaki e salutarlo, trovandolo in “buono stato”. Lo studente ha ringraziato più volte i diplomatici presenti per il sostegno che viene dall’Ue  e dai loro Paesi.  Zaki è indagato per cinque reati, gli stessi contenuti nei mandati di cattura che colpiscono regolarmente attivisti, avvocati, giornalisti, dissidenti e difensori dei diritti umani: minaccia alla sicurezza nazionale, incitamento a manifestazione illegale, sovversione, diffusione di notizie false e propaganda per il terrorismo. Reati ravvisabili, secondo la procura antiterrorismo egiziana, in 10 post pubblicati su Facebook, che secondo la difesa di Zaki sono stati scritti su un profilo falso. Tweet – See more at:

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/caso-zaki-coclusa-al-cairo-udienza-sul-rinnovo-della-detenzione-f8f89c3b-153d-4c67-bd80-738cb7cbdceb.html

Preghiera per Patrick Xaki

L'immagine può contenere: ‎1 persona, ‎il seguente testo "‎لباتريك الحرية PATRICK LIBERO FREE DATRICK باتريك الحرية PATRICK LIBERO FREE PICK ك الد r‎"‎‎

L’amore radicale che Gesù ci richiede, l’amore che non ricompensa il male con il male, ma invece dà sempre un nuovo inizio con il bene, è la conseguenza di quello che è Dio stesso.

Klaus Hemmerle

Occorre smilitarizzare l’uomo. Iniziando a smilitarizzare la Chiesa compromessa con i cappellani militari in una struttura che è scuola di morte Don Beppe Socci

* 1969 Praga muore Jan Palach

* 1998 A Viareggio muore don Beppe Socci, dopo aver speso una vita accanto agli ultimi e aver lottato, senza clamori, per una umanità semplice e nonviolenta.

n questa data nel 1577 (18 gennaio), Lourens Janssen è stato bruciato sul rogo di Anversa, Belgio. Era un anabattista di Delft, Olanda (circa 100 km a nord). Viene elencato due volte nello specchio dei martiri, come se fossero persone diverse. A pagina 1036 si chiama Louwerens the Shoemaker, e a pagina 1055-1056 si chiama Louwerens Janss Noodtdruft. Nel secondo racconto, Martirs’Mirror ci dice che Louwerens non aveva materiali per scrivere in prigione, così ha scritto due lettere su due cucchiai di stagno con un pin. Lo specchio dei martiri include il testo di queste ′′ lettere,” ognuna delle quali era una dozzina di parole. Devono essere stati cucchiai grandi.~ La serie di esecuzioni anabattiste dei protestanti

In questa data, nel 1530 (18 gennaio), quattro donne e due uomini furono giustiziati a Reinhardsbrunn (un villaggio vicino a Gotha, Turingia, Germania, dominato da un vecchio monastero benedettino). Erano anabattisti. I loro nomi erano: Elsa Kuntz, Christoph Ortlep, Katharina Konig, Barbara Unger, e una coppia sposata, Andreas e Katharina Kolb.Altri tre anabaptisti hanno scelto di ritrattare e sono stati rilasciati. I loro nomi erano: Valentin Unger, Balthasar Armknecht e Osanna Ortlep.Nota: sono i recanter che ammiriamo di più dalla nostra prospettiva nel 21° secolo. Chi saremmo se vivessimo ai primi tempi anabattisti. Non dovrebbe sorprendere apprendere che molti anabattisti hanno ritrattato. E molti recanters, se rilasciati, tornarono subito alle loro attività anabattiste. Volevano vivere per la loro fede, non morire per questa. Volevano tornare nelle loro case e famiglie, non lasciare i loro parenti soli e privi. Dio è offeso dalla ricantazione? Certo che no. MMS rifiuta l’idea che Dio abbia mai desiderato i martiri, allora o ora.~ La serie di esecuzioni anabattiste della Marginal Mennonite Society

In questa data nel 1906 (18 gennaio), Lucy N. Colman è morto. (Nata il 26 luglio 1817.) Abolizionista. Femminista. Suffragista. Freethinker. Docente. Lucy era abile a mettere a tacere i Cristiani, lanciando loro i propri principi. Citazione quotabile: ′′ Se la tua Bibbia è un argomento per il degrado delle donne e l’abuso con la frustata dei bambini, ti consiglio di metterla via e usare il tuo buon senso.” Lei è diventata più radicale man mano che invecchia. Ovunque sia andata per il suo lavoro abolizionista, ha scoperto che la chiesa era il ′′ baluardo della schiavitù.” Quando è stata attaccata dalla folla, erano i ministri ad essere i capibandieratori. Nata a Sturbridge, Massachusetts. Morta a Syracuse, New York. Seppellita nel cimitero di Mount Hope, Rochester, New York.~ La serie Heroes

L'immagine può contenere: albero, erba, spazio all'aperto e natura