La Bibbia uccisa dalla lettera e resa viva dallo Spirito

Come Lucretia Mott ha convinto William Lloyd Garrison che Dio non ha mai sanzionato la violenza (come detto da Garrison):′′ Se la mia mente si è liberalizzata in qualsiasi modo, se i dogmi teologici che un tempo consideravo essenziali per il cristianesimo, ora ripudio come assurdi e perniciosi, sono in gran parte in debito con James e Lucretia Mott.′′ Ricordo in un’occasione, quando la mia riverenza per la Bibbia come un volume ispirato era tale che sono stato ucciso dalla lettera, entrando in conversazione con Lucrezia sul tema della guerra, mi ha sorpreso nel sentire la dichiarazione dalle sue labbra che lei non credevo che Dio avesse mai autorizzato o sanzionato la guerra, in qualsiasi età o nazione.′′ Non che avessi dubbi sul divieto di ogni guerra nel Nuovo Testamento, ma non avevo mai pensato di mettere in discussione l’integrità del record ebraico. ′′ Come si fa a smaltire le affermazioni fatte nell’Antico Testamento ho chiesto, ′′ che il Signore ha comandato a Mosè, Giosuè e altri, di compiere anche guerre di sterminio? ′′ Posso più facilmente credere che l’uomo sia fallibile di quanto Dio sia cambiabile è stata la sua risposta.′′ In questa risposta, così piena di buon senso e saggezza, ho trovato da allora una facile soluzione di molte difficoltà scritturali, e invece di essere più ′′ ucciso dalla lettera, ′′ sono stati ′′ resi vivi dallo spirito. ‘′′~ William Lloyd Garrison (da un editoriale che ha scritto sul giornale The Liberator, come raccontato in ′′ James and Lucretia Mott: Life and Letters,” pubblicato nel 1884, pp. 296-297)(Foto: James e Lucretia Mott)