Argentina, legalizzazione dell’aborto: una vittoria storica dopo decenni di lotta

30.12.2020 – Riccardo Noury

Argentina, legalizzazione dell’aborto: una vittoria storica dopo decenni di lotta
(Foto di archivio Pressenza)

Con 38 voti a favore, 29 contrari e un astenuto, il 30 dicembre il Congresso dell’Argentina ha definitivamente approvato la legge sull’aborto.

La legge prevede che i servizi di aborto saranno disponibili gratuitamente fino alla quattordicesima settimana di gestazione; nel periodo successivo, l’aborto sarà legale in caso di pericolo per la vita o per la salute della donna o in caso di stupro.

Ai servizi di aborto offerti dalla sanità pubblica così come da quella privata si potrà avere accesso non oltre i 10 giorni successivi alla richiesta.

A partire dai 16 anni di età si potrà esprimere pieno consenso, mentre per quanto riguarda le ragazze dai 13 ai 16 anni di età si presumerà che abbiano capacità e maturità sufficienti per prendere una decisione ed esprimere consenso, tranne nei casi in cui la procedura medica presenti gravi rischi per la loro salute o la loro vita.

Gli operatori sanitari dovranno garantire un trattamento dignitoso, la riservatezza e la confidenzialità delle informazioni e il rispetto dell’autonomia di scelta; coloro che opporranno ritardi, ostacoli o rifiuti a una prestazione di aborto nei casi riconosciuti dalla legge potranno andare incontro a sanzioni penali o essere esclusi dall’attività professionale.