Yemen: prolungato lo stop ad armi italiane verso Arabia Saudita e Emirati ma non ci basta

La Commissione Esteri della Camera ha approvato ieri una risoluzione che proroga la sospensione in atto (in scadenza a gennaio 2021) e chiede al Governo di adottare gli atti necessari per revocare le licenze in essere. E’ di certo una risoluzione importante ma per essere pienamente efficace l’obiettivo finale è un embargo quantomeno europeo su tutti gli armamenti e verso tutti gli attori del conflitto in Yemen.

La Commissione Esteri della Camera dei Deputati ha votato ieri una risoluzione che prolunga lo stop alla vendita di bombe d’aereo e missili verso Arabia Saudita ed Emirati Arabi, materiale militari che sicuramente sono stati utilizzati in passato per colpire la popolazione civile in Yemen. Si impegna il Governo anche a valutare la possibilità di estendere tale sospensione ad altre tipologie di armamenti, fino a quando non vi saranno sviluppi concreti nel processo di pace.

È importante sapere che a gennaio le bombe prodotte in Italia che già hanno causato tante morti non riprenderanno a partire alla volta di Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti. Il nostro obiettivo finale è un embargo quantomeno europeo su tutti gli armamenti e verso tutti gli attori del conflitto in Yemen.

Il Governo italiano deve svegliarsi dal suo torpore e lotte solo clandestine e pensare ai cittadini del mondo uccisi da armi italiane. anche europee.

Gesù, il nonviolento, ci guidi.