Meeting Minutes del 21/12/2020

Meeting Minutes del 21/12/2020

Preghiera per Patrick Zaki

Mi sono chiesto spesse volte dove passi il confine tra la necessaria resistenza e l’altrettanto necessaria resa davanti al «destino». Don Chisciotte è il simbolo della resistenza portata avanti fino al non-senso, anzi alla follia… Sancho Panza è il rappresentante di quanti si adattano, paghi e con furbizia, a ciò che è dato. Credo che…dobbiamo affrontare decisamente il «destino» — trovo rilevante che questo concetto sia neutro — e sottometterci ad esso al momento opportuno. Possiamo parlare di «guida» solo al di là di questo duplice processo; Dio non ci incontra solo nel «tu», ma si «maschera» (vermummt) anche nell’«esso», ed il mio problema è in sostanza come in questo «esso» («destino») possiamo trovare il «tu» o, in altre parole, come dal «destino» nasca effettivamente la «guida» (Führung) (Bonhoeffer,RR, p. 289; 21 febbraio 1944).

Nel corso dell’anno 1528, un uomo di nome Hans di Stotzingen fu giustiziato dalla decapitazione a Saverne, Francia. Era un anabattista. Secondo lo specchio dei martiri, parlò alla folla mentre era condotto al luogo dell’esecuzione (anche se ci si chiede chi fosse lì per registrare e conservare le sue dichiarazioni).Tra le altre cose, ha detto: ′′ Ringrazio il mio Dio per essere diventato un sacrificio. L ‘ ho desiderato, perché morire mi guadagna. O Dio, fammi partecipare al sacrificio di tuo figlio, Gesù Cristo.” (Vedi lo specchio dei martiri, pp. 427-428.) Chiaramente, Hans voleva essere un martire. Credeva che, sottoponendosi alla pena di morte, stava vivendo un’identificazione mistica con la morte di Gesù.

In questo periodo terminerò la digitalizzazione dei socialisti religiosi con l’ultimo paragrafo dedicato a Georg Wuensh: voglia Iddio che porti a termine questo lavoro dandomi il dono della buona vista e pazienza che sancisce la netta separazione fra noi coi quaccheri liberali di Londra. Non abbiamo proprio in comune la visione della spiritualità e non solo perchè essendo comunità virtuale non effettuiamo i meeting del silenzio ma semmai quelli programmati come in Africa o America…