Patrick Zaki: non sta bene fisicamente e mentalmente

Nelle lettere il racconto dello studente dal carcere: «Ho ancora problemi alla schiena e ho bisogno di forti antidolorifici e di qualcosa per dormire meglio» e ha aggiunto: «il mio stato mentale non è un granché dall’ultima udienza». La famiglia, intervistata da Domani, aveva fatto appello al premier Giuseppe Conte. Noury (Amnesty): «Finora dal governo italiano solo silenzio»

Le lettere sono state pubblicate dalla pagina Facebook “Patrick Libero”. L’ultima è datata 12 dicembre.