Meeting Minutes serale

Meeting Minutes serale

«Prendiamo atto dell’ennesimo incontro infruttuoso tra le due procure – dice una dichiarazione rilasciata da papà e mamma di Giulio Regeni e dal loro avvocato Alessandra Ballerini – . Le strade tra le due procure non sono mai state cosi divise. In questi anni abbiamo subito ferite e oltraggi di ogni genere da parte egiziana, ci hanno sequestrato, torturato e ucciso un figlio, hanno gettato fango e discredito su di lui, hanno mentito, oltraggiato e ingannato non solo noi ma l’intero Paese». E infine la richiesta: «l’Italia richiami il nostro ambasciatore al Cairo».

Noi non abbiamo parole nel leggere le parole piene di dolore umano e materno e i quaccheri appoggiano, ad oltranza, la causa Regeni non solo con una foto sul profiilo facebook che ricorda Giulio….ogni giorno.

Come sapete noli quaccheri non festeggiamo il Natale come nessuna festa delle chiese, quest’anno saremo invece impegnati la notte del 24 in un Festival della preghiera  per Giulio. Che vive nei nostri pensieri ma è di certo – ne siamo certi dopo le torture subite – nelle mani del Consolatore.

Io il tuo albero

Non tu devi risolvere i miei problemi,

bensì io debbo risolvere i tuoi,

o Dio di coloro che cercano rifugio.

Non tu devi saziare gli affamati,

ma io debbo accudire i tuoi figli,

proteggerli dal terrore delle banche e dei militari.

Non tu devi fare posto ai rifugiati,

ma io debbo accoglierli.

O tu, Dio, dei miseri.

Tu mi hai sognato, o Dio,

come vivo la natura ritta,

come imparo ad inginocchiarmi,

più bella di quanto sia adesso,

più felice di quanto osi essere,

più libera di quanto ci sia lecito.

Non smettere di sognarmi, o Dio.

Io non voglio smettere di ricordarmi

Che sono il tuo albero,

piantato lungo i corsi d’acqua della vita.


Dorothee Soelle (Sept. 30, 1929 – April 27, 2003)