Meeting Minutes: shabbat shalom

Meeting Minutes: shabbat shalom

“Quando certe persone ti dicono di non voler sapere più nulla di un determinato periodo della loro vita, di non voler più ricordare il passato, questo significa che in loro c’è qualcosa che non va. Infatti, come le fondamenta di un edificio, il passato è, insieme con tutto ciò che esso racchiude, il presupposto dello sviluppo armonico, della costruzione solida, inespugnabile della personalità… Se qualcosa del passato subisce una negazione o l’oblio, si crea una lacuna nella vita psichica della personalità, che rende instabile e insicuro l’intero edificio della nostra anima “

Etty Hillesum

Preghiera per Patrick Zaki Signore, oggi non ti chiedo il tempo di poter ancora fare una cosa o l’altra e di riuscire a completare possibilmente molte cose. Ti chiedo la grazia che, nel tempo che tu mi doni, mi sia concesso di fare con calma e con giudizio quello che tu vuoi che io faccia.

Amen


Michel Quoist


George Fox “si fidava dell’esperienza personale della immediata presenza dello Spirito e della Guida di questo , fino a un punto tale da basare su questa fiducia tutto il suo sistema religioso. Egli ripudiava tutte le difese esteriori che erano state escogitate, nella speranza di mantenere l’ordine e l’unità nella Chiesa: cioè un clero appositamente ordinato, – con sacramenti e forme ben fisse di culto, – le credenze tradizionali, la stessa lettera della Scrittura, se considerata come una regla esteriore di fede e di costumi… Gli Amici ritenevano, che la rivelazione e l’ispirazione di Dio appartengono non soltanto al passato ma anche al presente: e mantennero le loro anime vigilanti nell’attesa. Ebbero il coraggio di confidare assolutamente nello Spirito, e lo Spirito non li abbandonò giammai” ( Grubb)


http://www.quaccheri.it – La più importante raccolta di testi quaccheri in Italia e in italiano… perchè abbiamo anche un consistente numero di lettori statunitensi in inglese su un sito collegato


Hans Denck (c. 1500-novembre. 27, 1527). Il leader dell’anabattista della Germania meridionale. Il pacifista. Universalista. Proto-quacchero.

In questa data nel 1527 (27 novembre), Hans Denck morì di peste a Basilea, Svizzera.Il leader dell’anabattista della Germania meridionale. Il pacifista. Universalista. Mistico. Studente greco ed ebraico. Avvocato del cristianesimo indegno.Hans ha apprezzato l’illuminazione che deriva dalla ′′ luce interiore ′′ più alta della parola delle Scritture. (Ha anticipato i Quaccheri di più di un secolo). Ha compilato un elenco di 40 paradossi nella Bibbia, concludendo che solo la ′′ parola interiore di Dio ′′ è autorevole.Secondo i suoi critici, Hans ha insegnato che ′′ anche i diavoli e i dannati sarebbero stati finalmente salvati.” Unitari e Universalisti moderni sostengono Hans come antenato spirituale.Werner O. Packull, nel suo libro ′′ Il misticismo e il Movimento Anabattista dell’inizio sud-austriaco ′′ (1977), afferma Hans Denck ′′ sosteneva che l’essenza di Dio era l’amore e che i suoi insegnamenti non potevano contraddire la Sua essenza. Cristo, se stesso una manifestazione di amore divino, ci aveva insegnato ad amare i nostri nemici. Se Dio ha fatto il contrario, ha contraddetto la Sua rivelazione in Cristo. Punire chiunque eternamente non poteva essere interpretato come un esercizio innamorato.” Nato ad Habach, in Germania, intorno al 1500. Aveva vent’anni solo quando morì.