Esiste il giornalismo serio, eccome!

Il mio corso di giornalismo sportivo sta giungendo al termine e lo ho trovato arricchente, sebbene sono un appassionato più di cinema e aspetti sociali che di sport. Ma si deve seguire le tendenze di mercato più che le proprie,  per  tentare di ricollocarsi nell’ambito lavorativo.

Purtroppo a volte si generalizza, normalmente per fini politici o di interesse, il giudizio sugli operatori del settore.

Esistono tanti professionisti (non solo gli umili volontari come me) che fanno con coscienza il proprio lavoro, anche se a volte possono rischiare il posto, allontandandosi magari dalla “linea editoriale”, sottoscritta in fase di arruolamento nel media.

Sono stanco di leggere articoli che parlano male del giornalismo e lo ho fatto presente in una precedente e.mail.  Trovo interessante – per farvi un’idea – nel segnalarvi il sito gratuito

https://www.giornalone.it/

in cui potete notare ogni mattina  le prime differenti pagine della carta stampata,  sia in Italia che all’estero, locali o sportive o ancora economiche, ecc.

Ma oggi la lezione è terminata colla visione di una trasmissione televisiva come Report che affronta non solo il caso della proprietà rischiosa cd  “cinese” ma di molti fatti di attualità… Vi invito a visionare e a correggere coloro che fanno gancio su luoghi comuni e pregiudizi.

Godiamoci – finchè lo lasciano in onda – trasmissioni televisive come Report ma direi le tantissime in Rai Storia,  ecc.  ecc.

Buona visione.

https://www.youtube.com/watch?v=u39zfQ4lArA
La stessa tramissione di Report su RAI 3 su altro media

https://www.raiplay.it/video/2020/11/Report—23-11-2020-b62492e6-8543-4a47-b55a-9401f2773ab1.html