Meeting Minutes

Meeting minutes

Un ponte verso Anna Frank

GIULIA ALBA POLETTI – “NO ALL’INDIFFERENZA” DURANTE IL DRAMMA DELLA SHOAH.UNA TESTIMONIANZA PER NON DIMENTICARE!

Recentemente, con grande onore, siamo stati contattati da Sonia De Luca la quale ha deciso di condividere con ognuno di noi la toccante storia della sua famiglia. Grazie di cuore Sonia per aver scelto di incoraggiare a ricordare, per aver scelto di testimoniare. Per costruire oggi una società migliore, proprio partendo da storie come quelle della tua famiglia, piene di insegnamenti ancora oggi così importanti che ci ricordano quanto sia necessario aiutare nel momento del bisogno e non far vincere l’indifferenza. Sonia De Luca: “Questa signora in fotografia è la mia nonna, Giulia Alba Poletti, nata nel 1912. Mia nonna ha vissuto tutte e due le guerre.Prima di 5 figli ha perso giovane i genitori e ha dovuto smettere di studiare al conservatorio. Studiava pianoforte, ma ha dovuto concludere le lezioni per crescere i suoi fratelli. A circa 34 anni ha conosciuto nonno Daniele, di 15 anni più giovane di lei.Si sono innamorati e hanno deciso di sposarsi.Nel frattempo è scoppiata la seconda guerra mondiale; il mondo è cambiato e si sono ritrovati ad aiutare di nascosto famiglie ebree. In quel modo, cercavano di proteggerli e di farli scappare.Nonna li nascondeva in casa, nonno procurava loro documenti falsi…Finché hanno potuto so che hanno aiutato il popolo ebraico come potevano.Non so quando hanno smesso.Sfortunatamente non ho avuto la fortuna di conoscere mio nonno, ma la nonna mi ha sempre raccontato un po’ della guerra. Per quanto mi riguarda, a 10 anni ho letto il diario di Anna Frank.Ho capito molte cose e crescendo mi sono sempre interessata alla Shoah.Credo sia importante non dimenticare mai.Ecco… questi sono i miei ricordi.Purtroppo non so molto di più…Però mi è sembrato bello condividere tutto questo con voi.”

Meditazione cristiana

Credo che si debba amare così Dio, nella nostra vita< e nei beni che ci dà , e porgergli una fiducia tale che, quando viene il tempo ed è qui (ma davvero soltanto allora!) , noi andiamo da lui con amore , fiducia e gioia
Dietrich Bonhoeffer

Preghiera per Patrick Zaky
O Signore , ricorda non solo gli uomini e le donne di buona volontà,ma anche quelli di cattiva volontà.Non ricordare però tutte le sofferenze che ci hanno inflitto; ricorsa i frutti che abbiamo prodotto grazie a queste sofferenze.E quando sottoporrai i malvagi al tuo giudizio,fa’ che i frutti che abbiamo prodotto siano il loro perdono.

Amen

Buon compleanno, Terence McKenna (novembre. 16 aprile 1946)! Ambientalista. Etnobotanico. Psiconauta. Mistico. Docente. Avversario della religione organizzata e dei sentieri spirituali basati sui guru. Autore di ′′ Cibo degli dei: La ricerca dell’Albero Originale della Conoscenza ′′ (1992), tra le altre opere. Nato in Paonia, Colorado. Morto a San Rafael, California. Seppellito nel cimitero di Cedar Hill, Paonia, Colorado.~ La serie Marginal Mennonite Society Heroes


′′ Il femminismo mainstream moderno ha abbandonato gli interessi delle donne in maniera così approfondita e completa in quasi tutte le sfere di importanza che è in gran parte diventato solo superficialmente distinto dal patriarcato che si propone di opporsi. La situazione delle madri, delle donne anziane, delle ragazzine, delle badanti e delle mogli è stata quasi interamente mescolata fuori dal discorso popolare, concentrandosi invece sulle discussioni sul fatto che le donne siano adeguatamente premiate per il loro servizio al Dio del capitalismo, o su come sono qualificati come uomini per uccidere migliaia di persone alla volta.′′ Invece di lottare per correggere gli squilibri sociali risultanti da millenni di dominio maschile nella società, il femminismo mainstream ora promuove e plaude agli aspetti peggiori di questi squilibri. Invece di lottare per aiutare le donne a uscire dall’impossibile situazione in cui ci si aspetta che abbiano simultaneamente capitalisti e brave madri in un sistema economico dove le famiglie non possono sopravvivere con un solo reddito e i bambini e gli anziani vengono trascurati, stiamo ricevendo titoli su Warmongers assassini ′′ rompono le barriere ′′ e pensano a pezzi su come alle donne dovrebbero essere autorizzate a ereditare i ducati…′′ Non dovremmo fare il tifo per le donne che salgono in cima ad una macchina da guerra psicopatica. Dovremmo smontare quella macchina da guerra e ribaltare tutte le condizioni che hanno portato a essa. Il vero femminismo, che è interessato a guidare il mondo verso l’equilibrio e la salute in modo da favorire le donne e i loro figli, lo renderebbe una priorità.”
Fonte:

https://caitlinjohnstone.substack.com/p/this-isnt-feminism-its-imperialism?fbclid=IwAR39SeDVAzUXN71yC_6P9qT2zVNYsiiT61OMYVQbo_iWA3p31FqHfDMo14Q