Cambiamo anche noi…

Sappiamo che in momenti di crisi per pandemia il numero dei lettori del sito si sono incrementati sensibilmente. Inevitabile dato che le persone sono obbligate a stare in  casa. Per noi un impegno a rendere più aperto il coinvolgimento dei lettori. Graditi sono quindi i suggerimenti.
Abbiamo aperto una rubrica sportiva che continuano oggi con la mia descrizione di una delle ultime tappe prima del blocco parziale del evento e che oggi vede la ultima a cronometro ma suggeriamo anche un paio di test selettivi
Buon divertimento. Non siamo soli in casa.

Primo articolo sportivo scritto:

La 17 tappa del Giro: 203 km tutti in salita nel paradiso delle Dolomiti!

Jan Tratnik (Bahrain – McLaren) ha vinto ieri la sedicesima tappa del 103^ Giro d’Italia, da Udine a San Daniele del Friuli di 229km. Questo giro non smette di darci stimoli di interesse.,
Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente i compagni di fuga Ben O’Connor (NTT Pro Cycling Team) e Enrico Battaglin (Bahrain – McLaren).
La Maglia Rosa João Almeida (Deceuninck – Quick-Step) ha attaccato sullo strappo finale e ha guadagnato sui principali contendenti della generale, portando a 17″ il vantaggio in classifica sul secondo, Wilco Kelderman (Team Sunweb).
Oggi 21 ottobre la 17 tappa che oltrepassa il Durone e Cataldo prova la fuga solitaria, anche se sta per venire ripreso da Zakarin, Carretero, O’Conno, Dennis, Vanhoucke e Gebreigzabhier, che sono passati al contrattacco. Il distacco massimo di Cataldo è stato di 56” sugli inseguitori.
Si tratta indubbiamente di tanta salita nel primo dei tre tapponi alpini dalle parti di Madonna di Campiglio
Entusiasmante questo avvicinamento, segno di un impegno competitivo molto interessante e apprezzabile da un punto di vista puramente agonistico sportivo.
Cataldo era in testa già a 60 km dal traguardo! Lasciatemi commentare che oggi e era spettacolare la flora delle Dolomiti con i colori autunnali. È una splendida giornata di sole: che porta fascino al Giro d’autunno…L’Italia ha messo in mostra un patrimonio dell’Unesco in modo eccellente per attrarre anche turisti in quest’epoca di crisi per pandemia. Fa da corona un clima piacevole e mite nonostante la stagione inoltrata.
Una nota di colore è la pausa che si sono presi alcuni ciclisti per fermarsi a fare i propri bisogni poco prima del tentativo di ripresa di Cataldo. Intorno ai 6’50” il gruppo maglia rosa.  Il plotone è tirato proprio dalla Deceuninck-Quick Step, della maglia rosa appunto. Con questo passo sembra molto regolare l’andatura e si sta benissimo a ruota.
Rammentiamo che Oggi, la corsa rosa propone la Bassano del Grappa-Madonna di Campiglio, con quattro gran premi della montagna e oltre 200 chilometri di corsa. Nella tappa 17 sarà grande battaglia per la maglia rosa con gli ultimi 30 chilometri tutti in costante salita, prima con pendenze lievi e poi più difficili ma non impossibili per arrivare a Madonna di Campiglio. È lo stesso versante che vide trionfare Marco Pantani nel 1999. Dopo quella vittoria in maglia rosa (la quarta di quel Giro), il Pirata fu fermato per valori di ematocrito superiori al limite consentito. Possibile che cambi ancora la classifica generale.

Sappiamo ora che alle  15.59 Rohan Dennis parte al contrattacco. L’australiano è un cronoman, questo la dice lunga sulla difficoltà di questa salita…poco prima De Gendt era primo al traguardo volante. Attenzione prima della salita finale, a molto meno di 10 KM dall’arrivo. Alle 16.05 Oomen (Sunweb) sta imponendo un’andatura notevole. Il gruppo maglia rosa si è praticamente frantumato, sono rimasti solo una ventina di corridori.
Alle 16.17 ULTIMO CHILOMETRO! O’Connor verso il successo! 29″ su Pernsteiner. Sempre Masnada a tirare il gruppetto maglia rosa. Previsioni tutte confutate da questo ciclista dalle gambe resistenti più degli altri oggi. A 1500 metri all’arrivo, la salita in pratica è terminata. Tutto è cambiato in uno spazio di tempo limitato e i pronostici ribaltati
Alle 16.18 dopo il secondo posto di ieri alle spalle di Tratnik, Ben O’Connor (NTT) ha vinto la diciassettesima tappa del Giro d’Italia 2020. Ma, lasciatecelo dire, è stato un ‘tappone’ per modo di dire. Forse sto usando un linguaggio neutro, ma da l’idea della tappa odierna. Vi ricordo di sintonizzarvi su Rayplay per coloro che hanno perso la diretta. A domani .

Test selettivi sul sito http://www.quaccheri.it

Un po’ per gioco un po’ per capire come possiamo essere valutati in caso ad esempio di selezione del personale