Meditazione giornaliera

Precisiamo che non abbiamo diffuso iniziative UCEI sulla giornata della cultura ebraica come non diffondiamo eventi di chiese (tutti con lo schifoso 8 per mille di Stato!) per loro eventi: siamo una minoranza cristiana fra le minoranze; diamo spazio alla Shoah e alla spiritualità di Etty Hillesum e Anna Frank ma non siamo ebrei. Orgogliosamente cristiani!
Vi informiamo che abbiamo rimosso i collegamenti col raggruppamento dei quaccheri USA in quanto non ci sentiamo allineati col loro puritanesimo quotidiano (santità dei corpi ecc). Come ex luterano penso ancora che Gesù sia venuto in terra non per i santi ma per i peccatori e la giustificazione per sola fede rimane valida per me ancora oggi dopo la intesa col cattolicesimo su questo punto.
Sono poi 5 anni che attendiamo una chiamata Skype dal loro referente in Europa, che si trova in UK. Non è avvenuta mai. Si scioglie semplicemente un legame inesistente. Manteniamo la nostra autonomia italiana e da oggi postiamo su facebook dal sito ventennale www.ecumenici.it , considerandolo obiettivo primario a livello storico. Sono ad ora 119.847 le visite!

“Spesso è meglio leggere poco e lentamente della Bibbia e attendere che penetri in noi, piuttosto che sapere davvero molto della Parola di Dio, senza “preservarla” in noi” Dietrich Bonhoeffer

La vanità gioca brutti scherzi alla memoria Joseph Conrad

Preghiera

Gesù, predichi sul nostro cammino e fai che non indugiamo a seguirti fedelmente. Prenditi per mano con te. Fa che non ci lamentiamo e che siamo forti anche nei giorni più difficili, affinché anche attraverso la sofferenza giungiamo a re Amen

Nikolai Ludwig con Zinzendorf ′′ L ‘ antropologo David Graeber, morto improvvisamente all’età di 59 anni, ha avuto un notevole successo nel sposare la ricerca con azione diretta. Egli influenzò il movimento Occupy Wall Street e si reputa di aver coniato la dichiarazione: ‘ Siamo i 99 %. ‘ Nel 2011, ad esempio, scrisse un’opera classica di antropologia, Debito: The First 5,000 Anni, tra l’organizzazione con Occupy Wall Street a New York. Nel libro Graeber chiedeva un ′′ Giubileo ′′ in stile biblico — che significa spazzare via i debiti sovranisti e consumatori. ′′ Debito scrisse, ′′ è il mezzo più efficiente mai creato per prendere relazioni fondamentalmente basate sulla violenza e sulla disuguaglianza violenta e farli sembrare giusti e adeguati. Non c’è niente da fare

 ′′ Buon compleanno Ronnie Gilbert (settembre) 7, 1926 giugno 2015)! Cantante folk. La drammaturgo. L ‘ attrice. Attivista. Membro del gruppo folk influente The Weavers (insieme a Pete Seeger, Lee Hays e Fred Hellerman). Coinvolta in una relazione a lungo termine con Donna Korones. (Le due donne si sposarono nel 2004 quando l’allora sindaco Gavin Newsom legalizzò temporaneamente il matrimonio gay a San Francisco.) Nata a Brooklyn, New York City. Morta a Mill Valley, California.

Buon compleanno, Valerie Taylor (nata Velma Young) (settembre. 7 ottobre 1913 22, 1997)! Quaker. Pacifista. Femminista. Socialista. Poeta. Attivista per i diritti gay. Attivista anti-guerra. Membro attivo della Lega internazionale femminile per la pace e la libertà (WILPF). Membro delle Figlie di Bilitis. Entrò nei Quakers nel 1979, all’età di 66. anni. Scrittore di libri nel genere ′′ lesbica pulp fiction Autore di ′′ Whisper il loro amore ′′ (1957), ′′ Le ragazze in 3-B ′′ (1959), ′′ Un mondo senza uomini ′′ (1963), e ′′ Ritorno a Lesbo ′′ (1963), tra altri.
~ La serie di eroi della Marginal Mennonite Society

La email di Yahoo conterrà anche uno stralcio di una poesia di Dietrich Bonhoeffer: purtroppo non vi è spazio per la versione integrale che potete trovare sul web.

Chi sono? Spesso mi dice questo o quello che dalla cella in cui sono tenuto esco disteso, lieto e risoluto com’esce un Signor dal suo castello.
 Chi sono? Spesso mi dicono che parlo a chi mi sorveglia con libertà, affabilità e chiarezza come spettasse a me di comandare.
Chi sono? Anche mi dicono che sopporto i giorni infelici imperturbabile, sorridente e fiero come chi è avvezzo alla vittoria.
Sono io veramente ciò che gli altri dicono di me? O sono soltanto ciò che io stesso conosco di me? Inquieto, pieno di nostalgia, malato come uccello in gabbia, bramoso di aria come mi strangolassero alla gola, affamato di colori, di fiori, di voci d’uccelli, assetato di buone parole, di umana compagnia tremante di collera davanti all’arbitrio e all’offesa più meschina, agitato per l’attesa di grandi cose, preoccupato e impotente per gli amici infinitamente lontani, stanco e vuoto nel pregare, nel pensare, nel creare, spossato e pronto a prendere congedo da ogni cosa? (Segue) D. Bonhoeffer