pensiero del 28 del sesto mese

28 del sesto mese

Quanto più profondamente l’uomo discende in se stesso e quanto più inconsistente è l’immagine che si fa di sé, tanto più in alto sale verso Dio.

Tommaso da Kempis

L’uomo è una frazione , Il suo numeratore è il valore dell’uomo, per rapporto agli altri uomini; il denominatore è la stima che l’uomo ha di sé. In grandire il proprio numeratore , il proprio valore, non è in potere dell’uomo, ma ciascuno può diminuire il proprio denominatore, e cioè l’opinione di se stesso, e in questa diminuzione si avvicina alla perfezione.

Leo Tolstoj