La disciplina e l’autodisciplina

Nessuno apprende il segreto della libertà, se non attraverso la disciplina. Così scrive Dietrich Bonhoeffer in una poesia, “Stazioni sulla via della libertà”, inviata dal carcere di Tegel all’amico Eberhard Bethge, il 21 luglio 1944.

 

Non possiamo fare altro che seguire il consiglio

 

Celebriamo ogni giorno Bonhoeffer, prima della giornata della Memoria, che ha visto la centralità della «questione ebraica» quando nemmeno Karl Barth, come egli stesso ha riconosciuto, l’aveva fatto; o che ha scritto parole sull’idea di responsabilità che sono fondamentali anche per chi non conosce il suo nome; che è andato incontro alla morte affermando: «È la fine. Per me è l’inizio della vita. Amen.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: